E' una TECNICA MEDICA che prevede l'uso di anidride carbonica (CO2) allo stato gassoso per via iniettiva sottocutanea.

Le due componenti principali su cui essa agisce sono la microcircolazione capillare, effettuando un vero e proprio trattamento riabilitativo, e la componente adiposa (azione lipolitica) contribuendo alla riduzione del numero e della grandezza delle cellule contenenti i grassi.

E' una metodica completamente SICURA, priva di effetti collaterali (limitati, talvolta, a piccole ecchimosi da ago ed a una sensazione di crepitio dovuta al gas).

La carbossiterapia viene impiegata con OTTIMI RISULTATI nel:

- PEFS (cosidetta "cellulite")

- Insufficenza venosa di grado lieve ("gambe pesanti")

- Piccole adiposità localizzate (coulotte de cheval, grasso addominale),

- Rilassamenti cutanei lievi (es. post parto, post liposuzione)

- Psoriasi

- Come adiuvante nel trattamento delle ulcere

- Trattamento di stati infiammatori locali (tendinopatie, mialgie, lombo-cervicalgie).

Tutti i protocolli di trattamento sono stati convalidati a livello internazionale dal G.I.S.C.  (International Scientific Carbodioxide Therapy Group) sotto la direzione della cattedra di chirurgia plastica di Siena.